Talkin’ About.. MasterChef!!

Lo state guardando?? Io ed il mio Piccolo Popolo Peloso si, al pc con Sky Go (che figata 😀 )

Noi, da bravi toscani, tifiamo Enrica!! Tra l’altro unica donna rimasta!!

web_dettaglio_Enrica1-316x379

Oppure, alle brutte, tiferemo Almo dai..Voi per chi tifate?? E soprattutto quanto ci è piaciuta la seppur breve apparizione di Alessandro Borghese?!? ♥

Alessandro-Borghese_JuniorMasterChefItalia2013

Sarà giudice a Junior MasterChef, non ce lo perderemo di sicuro!! 😉

SarinaElba

Talkin’ About.. Food #5 – Panna cotta

Come ormai qualcuno di voi saprà, il mio ragazzo non è particolarmente amante dei dolci (cosa per me ai limiti del concepibile). Perciò, quando domenica se n’è uscito che aveva voglia di panna cotta, mi sono illuminata.

“Ma perché, la sai fare?? Ma no di quella col preparato cameo eh, quella vera!” -.-‘ La mia espressione stile saiconchistaiparlandoono ha risposto da sola e lui si è messo a ridere. Mi sembra strano che in tre anni che stiamo insieme io non l’abbia mai fatta, perché è un dessert veloce che faccio volentieri, ma se lo dice lui.. Gli crederò.

Fatto sta che sono subito andata a comprare l’occorrente e, senza dirgli nulla, la sera stessa mi sono messa all’opera.

[Panna Cotta con Marmellata ai Frutti di Bosco]

PicsArt_1393333392197

Ingredienti:

  • 500 ml di panna fresca
  • 150 ml di latte fresco parzialmente scremato (ovviamente anche intero o a lunga conservazione va benissimo lo stesso)
  • 110 gr di zucchero
  • 1 bustina di vanillina
  • 8 gr di colla di pesce

Mettete i fogli di gelatina ammollo in acqua fredda. Intanto mettere in una casseruolina la panna, il latte, lo zucchero e la vanillina. A fuoco basso, mescolando ogni tanto, lasciate cuocere per circa 15 minuti senza mai arrivare a bollore. Se preferite un aroma più deciso potete anche metterci un baccello di vaniglia al posto della vanillina, che poi toglierete a fine cottura, oppure della scorza di limone (non tritata, in pezzi grandi in modo che aromatizzi la panna e che possiate poi toglierli facilmente). Trascorso il tempo necessario, togliete dal fuoco e aggiungete la gelatina ammollata, mescolando bene. Versate nei pirottini che preferite (preferibilmente inumiditeli prima, così sarà più facile l'”estrazione”), lasciate intiepidire e poi mettete in frigo per almeno 4 ore. La guarnizione va a seconda dei vostri gusti, io ho usato la marmellata ai frutti di bosco ma va benissimo del semplice topping, nutella, caramello, una culis di frutta fatta da voi o ciò che la fantasia vi suggerisce.

Il giorno dopo, cioè ieri, gli ho quindi fatto una sopresa, portandogliene a lavoro quattro porzioni (per sé e per i colleghi). Il suo giudizio, per mia somma soddisfazione, è stato buonissima, speciale. E ho detto tutto. Anche i miei e mio fratello hanno molto gradito. Non capisco proprio come si fa a comprare un preparato, quando si può farla fresca in pochissimo tempo e con difficoltà zero con risultati ottimi.

Scusate la foto fatta col cellulare alla buona e purtroppo nel toglierla dal pirottino la fossetta a forma di cuore che c’era sopra si è un po’ sciupata, ma almeno vi do un’idea di com’è venuta!

Buon appetito e un bacio,

SarinaElba

Talkin’ About.. Food #4 – Cikkei Cotto della Nonna

“Come cos’è?? Quello che fai te!! Solo che questo è cotto! Il Cikkei! Col formaggio!!”

La mia nonnina, che fenomeno. Quello a cui si riferiva (guardandomi stupita perché era davvero strano secondo lei che non capissi), è ovviamente il CheeseCake, un dolce che tutti in casa amiamo e che io preparo totalmente a freddo (potete trovare la ricetta qui https://tipsandtricks019.wordpress.com/2013/11/30/122/ ).

Essendo nonna una fan di MasterChef Australia, si è comprata un blocchetto su cui si annota tutte le ricette che le piacciono e poi mi propone di farle insieme. Così due giorni fa ci siamo messe a fare un Cikkei ma nella versione da cuocere, seguendo i suoi appunti mastercheffiani (eventuali mancanze sono state sopperite dalla nostra fantasia).

[Cikkei Cotto della Nonna]

Ecco ciò che abbiamo usato

Per la base:

  • 120 gr di farina bianca
  • 40 gr di pinoli
  • 50 gr di burro

Per la farcia:

  • 500 gr di ricotta
  • 330 gr di Philadelphia
  • 4 uova
  • 1 bustina di vanillina
  • 270 gr di zucchero
  • 1 limone (succo + scorza grattugiata)
  • 2 cucchiai d’acqua
  • 1 cucchiaio e mezzo di farina

Frullare finemente i pinoli col mixer per ridurli in “polvere”, mischiarli alla farine e aggiungere il burro. Lavorare a mano finché il composto non risulta grumoloso ma omogeneo e versare in una teglia a cerniera ricoperta di carta da forno; livellare il composto per creare una base e infornare a 180°. Nell’attesa che diventi dorato, preparare la farcia: sciogliere la farina nell’acqua e successivamente unirla a tutti gli altri ingredienti in una planetaria. Attendere che si amalgami bene il tutto fino ad ottenere una crema liscia e piuttosto liquida. Tirare fuori dal forno la base ormai cotta, versarci la farcia e mettere nuovamente in forno per circa un ora a 150°. Vedrete che il dolce inizierà a dorarsi sui bordi (se quando si avvicina lo scadere dell’ora non ha ancora iniziato a scurirsi, alzate un pochino la temperatura per gli ultimi minuti), quindi spengete il forno e lasciatelo al suo interno a riposare per un’altra ora. Sfornatelo, aspettate che si raffreddi ancora se ce n’è bisogno e poi mettetelo in frigo, dove riposerà altre due ore.

Che dire, all’inizio ero un pochino perplessa, ma il risultato è ottimo. Un po’ lunghi i tempi di attesa (al contrario di quelli della preparazione, che praticamente si fa da sé), ma ne vale la pena!! Lo abbiamo fatto un pomeriggio e servito come dessert a pranzo il giorno seguente. Noi lo abbiamo mangiato senza nessuna guarnizione perché è buonissimo anche da solo, ma volendo potete accompagnarlo con ciò che preferite, che sia frutta fresca, panna, marmellata o cioccolato.

Non sono riuscita a fargli una foto quand’era ancora intero, nonna non me ne ha dato il tempo 🙂 Non avendo con me la reflex, questa è la fotina del mio modesto cellulare che posso offrirvi 🙂

PicsArt_1391859294510

Buon appetito!! ♥

SarinaElba

Talkin’ About.. Food #3 – Tabella di Conversione

Girellando tra vari blog alla ricerca di gustose ricettine (che non sono mai troppe), sono incappata in http://cuochella.blogspot.it/ trovando questa utilissima tabella di conversione, che trasforma le cup inglesi e americane in molto più pratici grammi. Già bisogna applicarsi per tradurre la ricetta, impazzire pure con le dosi degli ingredienti no eh!!

Immagine

Ci sono riportati tantissimi ingredienti, davvero comoda! Sperando che possa essere utile anche a voi, ve la posto e vi saluto 😉

Un bacio,

SarinaElba

Talkin’ About.. Food #2 – Torta di Pane, Cioccolato e Mele

Oggi era una giornata no. Avevo decisamente bisogno di darmi da fare, di mettermi all’opera. Girellando tra i blog sono fortunatamente incappata in Panelibrietnuvole (che vi consiglio assolutamente di visitare!!) dove ho trovato questa ricettina semplice e veloce, a cui ho apportato qualche leggera modifica. Leggera perché era già una ricettina invitante così, mi è piaciuta subito anche perché il riciclo ne è la colonna portante .

[Torta di Pane, Cioccolato e Mele]

PicsArt_1389635835156

Vi occorre:

  • 200 gr di pane raffermo
  • 500 ml di latte
  • 70 gr di cioccolato fondente
  • 30 gr di cioccolato al latte
  • 1 uovo
  • 1 mela e mezza (o pera)
  • 4 cucchiai di zucchero
  • cannella q.b.

Spezzettate il pane e versateci sopra il latte caldo, mescolando bene affinché si inzuppi completamente e lo assorba tutto. Intanto che il pane riposa e si raffredda, tritate grossolanamente il cioccolato, sbattete un uovo e tagliate la mezza mela a cubettini. Aggiungete lo zucchero e l’uovo ben sbattuto a pane e successivamente il cioccolato e la mezza mela. Mentre il forno si preriscalda per raggiungere i 180° necessari alla cottura, imburrate e infarinate con farina integrale una teglia a cerniera (io ne ho usata una da 24 cm), versateci l’impasto che deve risultare piuttosto omogeneo. Tagliate la mela rimasta a spicchi, disponetela sopra a raggera e spolverizzate appena appena con della cannella. Cuocete per circa mezz’ora e lasciate raffreddare prima di toglierlo dalla teglia.

PicsArt_1389635918431

L’odore di mele e cannella per me è una goduria, se poi ci mettete la golosità del cioccolato.. Lascio a voi i giudizi.

Potete mettere interamente cioccolato fondente per rendere la ricetta ancora più leggera, magari mettendoci un pochino di zucchero in più per non perdere in dolcezza.

Penso che proverò anche a mischiare il pane bianco a quello integrale e vedere se il risultato mi soddisfa. In ogni caso questa torta è davvero buona, è piaciuta a tutti, ottima sia come merenda che per una sana colazione.

A presto,

SarinaElba

 

Talkin’ About.. Food #1 – CheeseCake ai Frutti di Bosco

Oggi ricettina ragazze mie..!

Prima cucinavo spesso, poi però il lavoro della stagione estiva appena passata ha assorbito ogni cosa: in primis il mio tempo, poi la mia energia, la voglia di fare, la tranquillià, il sorriso e alla fine anche la salute. In una parola: D E V A S T A N T E. Nonostante io sia una ragazza che ha sempre lavorato, certi ritmi proprio non sono sostenibili.

Tornando a noi, oggi è tornato il mio ragazzo, che un viaggio di dieci lunghissimi giorni ha tenuto lontano da me.. Non ci siamo ancora visti, ma quando verrà qui troverà una dolce sorpresa..

[CheeseCake ai Frutti di Bosco]

Immagine

Per la base:

  • 300 gr. di biscotti secchi (io mi trovo benissimo con gli Athene della Doria, ma potete usare anche i classici Digestive o semplicemente gli Oro Saiwa)
  • 50 gr. circa di burro (a dire la verità vado a occhio)
  • un cucchiaio di miele

Per la crema

  • 500 gr. di ricotta
  • 250 gr. di Philadelphia (o formaggio spalmabile che preferite)
  • 4 cucchiai abbondanti di zucchero
  • 3/4 di un bicchiere di latte
  • 4 fogli di gelatina paneangeli

Mentre il burro si scioglie con il miele in un pentolino a fuoco basso, mettere i biscotti nel mixer e tritarli bene, Amalgamare il tutto in una terrina e poi disporre in una teglia. Se volete un risultato più “scenico” vi consiglio una teglia a cerniera, sennò vanno benissimo anche quelle di alluminio tipo Cuki. Schiacciare bene la base sul fondo e riporre in frigo.

Intanto che la nostra base si compatta, preparare la crema mettendo in una terrina capiente la ricotta, il formaggio e lo zucchero. Mescolare a lungo con una frusta (o fruste elettriche) finché l’impasto non diventa liscio. Ammollare la gelatina nell’acqua fredda e, dopo averla strizzata bene, metterla nel bicchiere di latte che avrete scaldato nel microonde e mescolate, in modo che si sciolga completamente. Poco alla volta, in modo che raffreddi un pochino, aggiungete il latte all’impasto sempre mescolando.

Versate il tutto sulla base e lasciate il vostro dolcino a riposare in frigo per minimo 2 ore e mezza.

Trascorso questo tempo potrete guarnirlo con ciò che preferite! Io ho optato per la marmellata di frutti di bosco, ma potete usare quella che più vi piace oppure del topping al cioccolato, del miele, frutta fresca o sciroppata.. Ciò che la fanstasia vi suggerisce! O è meglio dire la gola 😉

La foto che ho postato in alto è presa da internet (e se dovesse essere un problema la toglierò immediatamente) perché la mia creazione è ancora in frigo.

A lui non piacciono i dolci troppo dolci e questo è l’ideale, il procedimento è semplice e non richiede cottura! Risultato garantito!

Fatemi sapere se lo proverete!!

Baci,

SarinaElba